Alla prova scritta

La preparazione della prova scritta:

 Qui il lavoro è un po’ più difficile, per una serie di ragioni intuibili: i test si correggono da soli, i temi no; articolare la struttura di un tema è un lavoro complesso di per sé – anche perché all’università si scrive oramai pochissimo; inventarsi delle tracce non viene poi così facile ecc. ecc.

Molte case editrici pubblicano dei testi con temi bell’e pronti (i famosi temari), la cui utilità è però – a nostro parere – piuttosto scarsa: è veramente difficile ricordare a memoria durante la prova un elaborato concepito da un’altra persona… Come fare allora?

A meno che non si sia di penna facile, la soluzione non può essere che leggere leggere leggere (buoni testi giuridici, però) e scrivere scrivere scrivere. Certo, se non si segue un corso, non è possibile avere un feed-back, a meno che non abbiamo la fortuna di avere un esperto che abbia la pazienza di leggere i nostri elaborati..

Non è facile, è chiaro: non a caso molta parte del lavoro nel nostro corso è dedicato proprio a questo.